Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Arriva il patentino per gli agenti immobiliari.

20/01/2012

Una rivoluzione annunciata, attesa da oltre 40mila agenti immobiliari in attività, prenderà forma entro il mese di maggio 2012. A definire nuove regole e tempistiche è il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato in Gazzetta Ufficiale venerdì 13 gennaio, sulle «Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel Rea dei soggetti esercitanti l’attività di mediatori».Il provvedimento fa seguito alla soppressione avvenuta con il Dlgs 59/2010 del vecchio Ruolo, istituito dalla legge 39/89 sulla professione. È condiviso dai rappresentati della categoria, che per elaborarlo hanno lavorato insieme al Ministero. «Vengono introdotte alcune garanzie in più – afferma Paolo Righi, presidente di Fiaip –. Innanzitutto una per gli agenti immobiliari: l’abolizione del Ruolo eliminerà i numerosi iscritti al suo interno che non esercitano, dietro cui spesso si nascondono abusivismo e attività in nero, di mediatori che esercitano senza partita Iva. E poi ci saranno più garanzie per i cittadini, che così potranno essere sicuri di affidarsi a un professionista qualificatoLe nuove regole contenute nel decreto entreranno in vigore a 120 giorni dalla sua pubblicazione, intorno al 12 di maggio 2012. Il decreto disciplina l’iscrizione dei nuovi soggetti che intendono iniziare l’attività, la verifica dei requisiti per l’accesso alla professione (quella iniziale e quella periodica, almeno ogni quattro anni) e l’aggiornamento necessario della posizione per i mediatori già operanti. Al centro delle novità c’è la Scia, la segnalazione certificata di inizio attività dopo la quale si può iniziare a operare immediatamente: se il mediatore esercita in più locali deve presentare una Scia per ciascuna sede operativa, dove dev’essere sempre nominata una persona con gli stessi requisiti del titolare. Ogni agenzia dovrà specificare nella Scia i dati di tutti coloro che lavorano per quell’impresa. «Per gli agenti dipendenti presso un’agenzia – spiega il presidente Fiaip – sarà il datore di lavoro ad occuparsene, o chi per lui». Le agenzie dovranno esporre l’organigramma interno con il "mansionario": chi può fare le trattative, chi tiene la contabilità, chi può far vedere solo l’appartamento e niente altro, ecc. Viene reintrodotto, infine, l’obbligo del tesserino di riconoscimento che le Camere di Commercio saranno obbligate a rilasciare alle persone qualificate. Nel momento in cui l’agente cessa l’attività dovrà restituirlo. La tessera era già prevista da un decreto del 1960, ma da decenni non era più richiesta e le Camere di Commercio hanno abbandonato completamente questa usanza.Secondo le stime di Fiaip, gli iscritti ai Ruoli sono 150-160mila, ma quelli attivi che effettivamente operano in un’agenzia immobiliare sono solo il 50 per cento. I mediatori che già hanno un’azienda entro un anno dovranno iscriversi all’apposita sezione del Registro delle imprese, pena il blocco dell’attività. Ci sarà poi una sezione dei cosiddetti "dormienti", cioè coloro che vogliono transitare dal vecchio ruolo all’attuale elenco, per non perdere i requisiti acquisiti, ma che non esercitano. E quando vorranno esercitare dovranno a loro volta compilare e inviare la Scia. «In questo modo è sancito dalla procedura che un agente immobiliare "attivo" deve sempre fare capo a una ditta individuale o a una società, perché altrimenti lavora in nero. Così avremo una forte eliminazione del sommerso», conclude Righi.Anche il mediatore occasionale, dietro cui spesso si nasconde lavoro nero, d’ora in poi potrà esercitare presentando una Scia ad hoc, a patto che non superi i 60 giorni di attività annuale. In questi giorni le associazioni di categoria, in collaborazione con le Camere di Commercio e il Ministero, stanno predisponendo corsi di formazione e materiali di aggiornamento per aiutare i professionisti ad adeguarsi alla nuova normativa entro il termine previsto di maggio.