Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Casa: acquisti per 2,4% delle famiglie,-33% dal 2010

14/07/2012

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Le famiglie che hanno comprato casa negli ultimi due anni sono state il 2,4%, un terzo in meno di quelle che lo avevano fatto nel biennio precedente (3,5%) e circa la metà rispetto al 2006 (4,7%). Il 50% degli acquisti, del resto, non viene concluso per difficoltà nell’accedere ai mutui, secondo un’indagine di Tecnoborsa presentata al convegno della rivista Lista "Non c’é Imu che tenga. Investire nella casa conviene" presso la Camera di Commercio di Roma. Quanto alle prospettive di acquisto nei prossimi due anni, il 2,2% delle famiglie italiane prevede di comprare casa (erano il 2,3% nel 2010). Il nuovo appartamento sarà utilizzato come abitazione principale nel 67,4% dei casi, come casa per parenti prossimi nell’11,6%, come residenza per le vacanze nell’11,6% e come investimento nel 9,3%. Le rendite immobiliari garantiscono ancora, secondo il direttore di Lista, Alfredo Martini, tra il 3,2% e il 5% l’anno nonostante l’impatto dell’Imu. In questo contesto, il mercato romano è in controtendenza con un livello più alto della media nazionale sia degli acquisti dell’ultimo biennio, che hanno riguardato il 7,2% delle famiglie (in leggero aumento dal 7% del 2011), sia delle previsioni, con il 3,2% che si attende di comprare casa (dal 3,7% del 2011). "Questo è il momento per investire perché appena il Paese coglierà un po’ di ripresa, come tutti auspichiamo, i prezzi saliranno", ha concluso il presidente della Camera di Commercio di Roma, Giancarlo Cremonesi, che ha invitato a "evitare gli allarmismi" dovuti "a chi ha interessi a spostare gli investimenti su altri settori, spesso finanziari". (ANSA).  napoli appartamento vendita