Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Cosa succede se si acquista un immobile abusivo?

21/11/2017

L'abuso edilizio è un illecito dalle molte sfaccettature. Questo infatti può riguardare o la realizzazione di un intervento edilizio senza il permesso del Comune, la costruzione di un immobile su suolo non edificabile, ampliamento del volume o della superficie dell'edificio, e qualsiasi altra tipologia di modifica ad una struttura preesistente, senza, o solo con una parte, delle autorizzazioni amministrative dovute. Rientra nella definizione di abuso edilizio, anche il cambio di destinazione d'uso dell'immobile non autorizzato.

Per ognuno dei reati elencati in precedenza, al di fuori della sanzione amministrativa, è prevista dalla legge la demolizione di ciò che è stato costruito, che si tratti di una parte dell'immobile, come per esempio un balcone, o dell'intero edificio.

Ma, cosa succede, nel caso in cui l'immobile venga venduto a terzi, ignari di tali situazione?

L'immobile abusivo, l'ordine di demolizione vale anche in caso di vendita

Stando a quanto affermato dalla Cassazione in una recente sentenza, l'ordine di demolizione, che pende sul tetto di un immobile abusivo, vale e varrà sempre, quindi, la vendita di questo ad un terzo soggetto ignaro della situazione, non servirà a tenere insieme le quattro mura. 

Chi acquista l'immobile, deve quindi rispettare l'ordine emesso dal giudice - in quanto, questo ha carattere reale e non personale - potendosi poi rivalere, a demolizione attuata e in sede civile, sul venditore dell'immobile o verso i suoi eredi, per ottenere il risarcimento del danno subito.