Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

La storia di Palazzo San Giacomo, il Municipio di Napoli

27/11/2017

Palazzo San Giacomo domina fiero Piazza Municipio, ergendosi di fonte al Maschio Angioino e ad una porziona del lungomare della città più famoso. Ad oggi, da  ogni napoletano come "il Municipio di Napoli", in quanto sede dell'amministrazione comunale.

Questa però non è sempre stata la sua funzione. 

Palazzo San Giacomo, da Ospedale a Municipio

Quella di Municipio cittadino è una carica che palazzo San Giacomo a Napoli ha visto arrivare in tempi alquanto recenti. Era infatti il 1816 quando, Ferdinando I, da poco tornato a sedere sul trono della città partenopea, decise di riunire tutte e sette i ministeri del Regno in un unico edificio, scegliendo quello che fine a quel momento era stato l'Ospedale San Giacomo

La struttura, costruita nell 1534 da Don Pedro di Toledo, serviva a fornire assistenza gratuita a tutti i soldati iberici che sbarcavano sulle coste di Napoli, e fu affiancata nel 1540 dalla Reale Basilica di San Giacomo protettore degli spagnoli, che fu inglobata all'interno del progetto e della nuova struttura, diventandone parte. La basilica è visibile ancora oggi all'interno di Palazzo San Giacomo, come anche un’antica testa di marmo di epoca greca, che si pensa sia la testa della sirena Partenope al quale, durante la rivolta di Masaniello, il popolo ruppe il naso.

Al seguito dell'Unità d'Italia il Regno delle Due Sicilie venne declassato a provincia dello stato unitario, e questo portò Palazzo San Giacomo a passare da sede mnisteriale a sede dell'Amministrazione Comunale, la funzione che ricopre ancora oggi.