Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Mercato immobiliare a Napoli, aumentano gli acquisti ad uso investimento

14/04/2018

Il settore immobiliare è stato uno dei comparti dell'economia italiana a risentire maggiormente della crisi economica, che ha vessato il nostro paese. Le compravendite hanno subito uno STOP durato anni a  favore dell'affitto, considerato più sicuro e "semplice", sopratutto per quanto riguardava le responsabilità pendenti sul fronte fisco. Insomma, una tragica situazione che ha portato il prezzo del mattone italiano a scendere drasticamente, e a passare per la maggior parte nelle mani degli investitori stranieri. Ma ad oggi, le cose sembrano essere destinate a cambiare radicalmente, sopratutto per quanto riguarda il sud del paese, e Napoli nello specifico. 

All'ombra del Vesuvio il 2018 è iniziato con una serie di buone notizie, per quanto riguarda il settore immobiliare. I dati resi noti dall'Agenzia delle Entrate hanno incoronato Napoli regina delle compravendite immobiliari residenziali del 2017, con ben 5.237 transazioni in città, nel periodo che va da gennaio a settembre, e 7.924 in periferia.  

Ora, a far ben sperare sono le compravendite ad uso investimento

Mercato immobiliare a Napoli, si ricomincia ad investire

Tirando le somme dei diversi resoconti elaborati dai maggiori esperti del settore, online e offline, è possibile affermare senza ombra di dubbi, che il mercato immobiliare a Napoli stia affrontando una crescita anche per quanto riguarda le compravendite immobiliari ad uso investimento.

I dati registrati dimostrano una crescita lenta ma costante di tale settore del mercato negli ultimi quattro anni in cui, si è passati dal 27,9% del 2013 al 41,1% del 2017, facendo registrare un miglioramento di questa specifica setta del settore, pari al 18%. complici la forte attrattività turistica di questi ultimi anni e i prezzi accessibili. Gli investimenti si concentrerebbero maggiormente: nelle zone centrali della città, con il 68,5% degli acquisti, destinati a diventare per lo più B&B e affittacamere per studenti; nella macroarea di Posillipo-Chiaia-San Ferdinando, con una percentuale di acquisti pari al 43,1%, designati per la realizzazione di affittacamere per studenti universitari fuori sede, fino ad arrivare al 32,3% registrato dal Centro Direzionale, forte dell'attrattiva esercitata sugli studenti dell’Ospedale ”Federico II” e la ”Devoleper Academy” di Apple. 

I numeri lasciano spazio anche agli investimenti in case vacanze, che per ora non hanno fatto ancora registrare grandi risultati, la percentuale si aggira intorno al 4,8% in tutta la regione: ma la situazione potrebbe presto cambiare. Ad incoraggiare gli investimenti immobiliari "vacanzieri" a Napoli ci ha pensato HomeAway: l'esperto della casa vacanza, che ha redatto uno studio sui potenziali guadagni per i proprietari che affittano la propria seconda casa. Presentato durante il BMT - Borsa Mediterranea del Turismo - tenutosi a Napoli dal 23 al 25 marzo, lo studio ha messo in luce come la crescita dei flussi turistici sia infatti una grande opportunità per i proprietari immobiliari.