Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Quartieri Spagnoli, arriva la Ztl

27/11/2012

NAPOLI - Sempre meno spazio alle automobili private, più aree pedonali e zone a traffico limitato con lo sguardo rivolto alla mobilità sostenibile. Va in questa direzione il piano del traffico urbano presentato questa mattina dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dall’assessore alla Mobilità Anna Donati, che prevede alcune modifiche alla già esistente Ztl del Mare quella del cosiddetto "lungomare liberato", l’istituzione di una nuova zona a traffico limitato nell’area di Tarsia-Pignasecca e la riconfigurazione delle aree pedonali dei Quartieri Spagnoli in vista di un più ampio provvedimento che coinvolga l’intera area.Le principali modifiche apportate alla ztl "del Mare" prevedono l’istituzione di parcheggi per disabili in tre punti a ridosso del lungomare pedonalizzato e la realizzazione di una corsia per i taxi, i bus turistici e i veicoli dei diversamente abili nell’estensione delle nuove aree pedonali di via Nazario Sauro e di via Caracciolo. A regime, l’obiettivo dell’amministrazione è di concludere nel giro di quattro mesi, la ztl sarà attiva dalle 8.30 alle 18.00 dal lunedì al venerdì.Resterà al di fuori della ztl il quartiere di Santa Lucia. La principale novità del piano è l’istituzione di nuove aree pedonali nei Quartieri Spagnoli: in particolare vico Lungo Gelso, parallela della più celebre via Toledo, l’area di largo Baracche e quella di largo Montecalvario dove nei prossimi mesi verrà aperta la seconda uscita della nuova stazione della metropolitana Toledo.Martedì 27 Novembre 2012 Il Mattino