Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

ZTL e mobilità sostenibile, svelato il segreto dell’aumento dei valori immobiliari

17/12/2012

Napoli ha lo sguardo fisso sulla sostenibilità, temporanee o permanenti le zone a traffico limitato sono in costante aumento, un punto fermo del programma del sindaco de Magistris. Ma se all’arrivo di nuove aree sottratte al traffico veicolare hanno sempre fatto seguito polemiche dei commercianti e il timore dei proprietari degli immobili inclusi nelle aree ZTL, i benefici delle zone a traffico limitato quando si accompagnano all’arrivo delle stazioni della metro e alla creazione di infrastrutture e servizi, come alla riqualificazione del territorio con l’arredo urbano, si traducono quasi automaticamente in impulso all’economia e aumento dei valori immobiliari.Questo è il caso del Vomero tra le prime ZTL di Napoli, che ha visto l’aumento della pedonabilità accompagnarsi ad una crescita delle vie dello shopping per il volume di visitatori che affollano nel week end le arterie principali ormai chiuse altraffico, segnando anche in questo periodo di crisi un contenuto calo dei valori immobiliari.Nuove aree pedonali e zone a traffico limitato nel piano del traffico urbano presentato dal sindaco diNapoli Luigi de Magistris e dall’assessore alla Mobilità Anna Donati, che prevede alcune modifiche alla già esistente Ztl "del Mare", una nuova zona a traffico limitato nell’area di Tarsia-Pignasecca e la riconfigurazione delle aree pedonali dei Quartieri Spagnoli, che vanno da vico Lungo Gelso, parallela della più celebre via Toledo, all’area di largo Baracche e a quella di largo Montecalvario, dove nei prossimi mesi verrà aperta la seconda uscita della nuova stazione della metropolitana Toledo. Ci attendiamo anche in queste zone un incremento dei valori immobiliari legati alla riqualificazione del territorio come accaduto in passato nella zone di Materdei e Salvator Rosa dove l’apertura delle stazioni della metropolitana hanno dato impulso al mercato immobiliare con il conseguente apprezzamento delle unità abitative e delle zone commerciali.Attendiamo di leggere i nuovi dati dell’agenzia del territorio che già in passato hanno chiarito il legame stretto tra sostenibilità dei trasporti e dei servizi, riqualificazione del territorio ed andamento del mercato immobiliare, evidenziando i benefici delle ZTL nel territorio cittadino di cui vi riportiamo uno stralcio.*La macroarea Centro Antico ha presentato diminuzioni nel numero di transazioni nelle due zone orientali (C20 e C12) nei paraggi di via Duomo ed il Rettifilo, le più densamente abitate dale comprensorio, tanto da rappresentare insieme oltre il 4,5% del NTN cittadino,“ Si sono registrati incrementi, invece, nella parte orientale (B4, C11 e C14), ubicata più in corrispondenza dei luoghi in cui si è intervenuto in ambito urbano sia per la riqualificazione in superficie di Piazza Borsa e di Piazza Dante - con la Zona a Traffico Limitato (ZTL) – sia per il prolungamento, terminato o in via di ultimazione, della linea della metropolitana con tre nuove stazioni nell’area (Toledo, Municipio e Università).” Fonte dei valori : http://www.agenziaterritorio.it/sites/territorio/files/osservatorio/note%20territoriali%20semestrali%20/Napoli_Nota_Territoriale_II_sem2011_5luglio2012.pdfdi Giancarlo MannoLeonardo Immobiliare Napoli CentroAgenzia Via Toledo 306valutazioni immobili via toledo napoli napoli centro storico